Notizie

Che smartphone chiedere a Babbo Natale?

Phone XR o XS, Samsung o Huawei: decidere che smartphone comprare (per sé o da regalare) non è facile, ecco come fare a scegliere.

Che smartphone chiedere a Babbo Natale?

La cospicua offerta di smartphone oggi giorno rende sempre più complicato dare una risposta alla domanda: che smartphone compro?

Le prestazioni dei top di gamma delle principali case produttrici hanno raggiunto livelli di perfezione che rendono difficile identificare le differenze tra i vari smartphone.

Prendiamo l’esempio della batteria: meglio una potentissima con una lunga durata o una che si ricarica più velocemente? La verità, d'altronde, è che a seconda delle esigenze di ognuno, ogni cellulare possiede caratteristiche che lo rendono migliore degli altri.

Per aiutarvi in questa ardua scelta, abbiamo analizzato le caratteristiche degli smartphone più appetibili e recenti.

 

Apple iPhone Xs e iPhone Xs MAX

Due dimensioni (5.8, come quello già esistente, e 6.5, il display più grande mai montato su un iPhone: il cellulare è grande come un iPhone 8Plus, ma tutto schermo), tre colorazioni, gold, silver, space grey, resiste a tutto, polvere, acqua (fino a 2 metri per 30 minuti, il che vuol dire che si potranno scattare foto sott'acqua), e pure birra.

Face ID si riconferma: «Prendi in mano il tuo iPhone, guardalo, e sarà già sbloccato». D'altra parte è il sistema di sicurezza migliore mai montato su un cellulare.

Senza entrare nel dettaglio tecnico, basti sapere che il sistema ottimizzato di iPhone Xs permette 5 trilioni di operazioni al secondo.

Il suono è amplificato al massimo, la fotocamera permette scatti senza precedenti, grazie ai due obiettivi da 12 MP e flash True Tone perfezionato.

Potenziata anche la batteria: quella di iPhone Xs dura mezz'ora più di quella di iPhone X, quella di Xs MAX un'ora e mezza di più.

iPhone XS e iPhone XS Max sono disponibili in modelli da 64GB, 256GB e 512GB.

Prezzo a partire da €1.189 e €1.289.

Il punto forte: è un iPhone, chi conosce Apple sa cosa significa.

 

Samsung Galaxy A9

Il nuovo Samsung Galaxy A9 è il primo smartphone con 4 fotocamere ed è specificatamente pensato per la Instagram generation.

Già, perché le quattro fotocamere (da 8, 10, 24 e 5 MegaPixel) lavorano insieme, ognuna con una funzione specifica, e permettono al software di mettere insieme le informazioni ottenute, eleborarle, e offrire così un risultato professionale anche in situazioni di distanza, movimento o poca luce.

 

Grazie allo strumento Ottimizzatore Scene la fotocamera intelligente è in grado di riconoscere in automatico la scena inquadrata per ottimizzare istantaneamente e autonomamente la qualità dell'immagine, lo zoom ottico 2x permette scatti ultra-dettagliati, sia da vicino che da lontano senza perdere di qualità, Ultra Wide è l'obiettivo che permette di catturare non solo il soggetto ma tutto il panorama (allargando l'inquadratura del 120%); la Dept Camera consente di separare il soggetto fotografato dallo sfondo e di dare così nuova profondità allo scatto.

Una quinta fotocamera, quella frontale, è stata implementata a sua volta fino a 24 MP, per offrire foto impeccabili anche in modalità selfie.

Prezzo: 629€, nelle colorazioni Caviar Black, Lemonade Blue e Bubblegum Pink con 128 GB di memoria interna espandibile fino a 512 GB di spazio.

 

Il punto forte: decisamente il comparto fotografico.

 

Huawei Mare 20 Pro

Mate 20 Pro è il nuovo top di gamma di casa Huawei e se le sue specifiche tecniche lo piazzano come di consueto sul podio della telefonia mondiale, sono alcune sue caratteristiche di utilizzo che lo rendono davvero super.

 

Innanzitutto: quattro colori (emerald green, midnight blue, black e twilight, un verde/blu cangiante), design quadrato per le fotocamere posteriori, tre Leica (da 40, 20, 8 MP) più il flash, che lo rendono subito riconoscibile, water and dust resistant, Mate 20 Pro è impermeabile e permette di scattare foto in immersione fino a 5 metri.

Per chi non vuole rinunciare al sistema di sblocco con impronta digitale, Huawei presenta il primo in-screen fingerprint, ovvero un lettore di impronta digitale "virtuale" che compare al centro dello schermo, sul vetro, ma funziona come i lettori fisici.

In pratica basta appoggiare il dito in mezzo allo schermo e il cellulare si sblocca.

(Rimane comunque in parallelo anche il riconoscimento facciale)

La batteria ultra long lasting assicura una resistenza senza pari: più di undici ore di forte utilizzo - e l'intelligenza artificiale di cui è dotato il device è in grado di ottimizzare il consumo della batteria sulla base dell'utilizzo, personalizzandolo in base alle proprie personali esigenze.

Per ricaricarsi, poi, le bastano una manciata di minuti: la batteria sale di 1% ogni 30 secondi, quindi in 30 minuti si ricarica al 70%. E sì, si ricarica anche wireless.

Tra l'altro, grazie alla Reverse Charge, permette di condividere letteralmente la propria batteria con il prossimo: appoggiando uno all'altro (di schiena) due smartphone con ricarica wireless, Huawei o altre marche, Mate20 Pro si trasforma in un caricabatteria e passa la propria carica all'altro.

Tra ie feature più affascinanti, la modalità Macro, che permette di scattare foto avvicinandosi al soggetto fino a 2,5 cm; Hollywood-like Effect, una modalità video che, una volta selezionata, riesce a ritagliare l'immagine principale, il soggetto ripreso, e lasciarlo a colori, su sfondo in bianco e nero; la 3D deep camera, che permette di scansionare un oggetto in tre dimensioni e vederlo letteralmente prendere vita sullo schermo del cellulare.

E per finire con il 3D Modeling Calorie Calculation è possibile vedere in tempo reale quante calorie ha ogni singola fetta di torta che abbiamo davanti, già che Mate 20 Pro è in grado di riconoscere autonomamente il cibo e di calcolarne le misure.

 

Prezzo: 1.099 €.

 

Il punto forte: l'innovazione tecnologica.

 

Apple iPhone XR

Sei colori, face ID per lo sblocco con riconoscimento facciale, schermo a tutto smartphone: iPhone XR segna il punto di non ritorno di bordi fisici e impronte digitali e traghetta tutti gli utenti Apple verso il mondo immaginifico che chi si è votato ad iPhone X l'anno scorso in parte già conosce.

 

Innanzitutto, la caratteristica più evidente di quello che a tutti gli effetti è considerato l'iPhone economico, i colori: nero, bianco, blu, giallo, corallo e (PRODUCT)RED.

Il retro è in vetro, per consentire la ricarica wireless. In pratica con qualunque sistema di ricarica (di qualunque marca) basterà appoggiare lo smartphone per ricaricarlo senza aver più bisogno di cavi.

Il riconoscimento facciale fa sparire il pulsante e i bordi, con il risultato che lo schermo risulta molto più grande nonostante la dimensione dello smartphone sia contenuta.

 

iPhone XR è dotato di una fotocamera da 12 MP con lente grandangolare e un nuovissimo sensore che permette foto Smart HDR.

Questo significa che a messa a fuoco più veloce, pixel più larghi e profondi, e migliore fedeltà di immagine si aggiunge una resa incredibile anche in condizioni di scarsa luminosità sia nelle foto che nei video. Nonostante la fotocamera sia solo una, e non doppia, iPhone XR è in grado di riconoscere quando ha davanti una persona e di scattare in modalità ritratto, isolando il soggetto fotografato e permettendo di sfuocare il retro.

E non solo, grazie alla funzione Controllo profondità si può regolare la profondità di campo, isolando più o meno il soggetto principale dal fondo. 

iPhone XR è impermeabile, con grado di protezione IP67 (profondità massima: 1 metro fino a 30 minuti).

Tradotto vuol dire che non solo resiste all'acqua, ma anche a caffè, the, bibite e qualunque liquido di capiti di bere (o rovesciare).

iPhone XR è in vendita nei modelli da 64GB, 128GB e 256GB nei colori bianco, nero, blu, giallo, corallo e PRODUCT(RED) a partire da €889.

Parte del costo di iPhone XR nella colorazione (PRODUCT)RED come di consueto viene devoluto alla ricerca, cura e prevenzione contro l'HIV.

 

Il punto forte: la scelta cromatica super.

 

 

Fonte: articolo apparso su grazia.it

 

#smartphone #ricarica #energia #disinfezione #colonnina #totem #natale2018 #iphone #samsung #tecnologia

Condividi questo articolo

Ultimi articoli

Notizie ed Eventi